martedì 18 ottobre 2016

Estendere il contratto giornalistico ai giornalisti degli uffici stampa pubblici. Approvato un ordine del giorno.




Nell'ambito dell'approvazione della legge sull'editoria, il Governo ha accolto un ordine del giorno a prima firma del deputato umbro del Pd Walter Verini con "l'invito al Governo ad affrontare la questione dell'estensione del contratto di lavoro giornalistico a tutti coloro che operano a vario titolo negli uffici stampa della pubblica amministrazione". 

Il provvedimento è stato sottoscritto anche dagli onorevoli Francesco Garofani, Sandra Zampa, Alessia Rotta, Piero Martino e Michele Ansaldi, tutti del Partito democratico. 

 L'ordine del giorno impegna il Governo "nel ritenere che l'attuazione della legge 150 non sia più procrastinabile, a mettere in atto, attraverso il Ministero della Funzione pubblica, ogni iniziativa che, coinvolgendo i soggetti  rappresentativi di Regioni, Comuni  e sistema pubblico allargato, sia atta a sanare  in tempi rapidi questa situazione".

 "A distanza di ormai sedici anni dall'entrata in vigore della legge 150/2000 - spiega Verini - non è stato ancora avviato il confronto con l'organizzazione sindacale rappresentativa dei giornalisti per la regolamentazione dei profili professionali e dei relativi trattamenti dei giornalisti occupati negli uffici stampa degli enti pubblici. Ora si apre una fase nuova, speriamo risolutiva per i giornalisti che lavorano negli uffici stampa della pubblica amministrazione". (ansa).

Nessun commento:

Posta un commento