mercoledì 13 novembre 2019

Seminario FPC a Piacenza su come comunicare i misteri del cosmo


Come comunicare i misteri del Cosmo

 Piacenza  30 novembre 2019  Corsi FPC Crediti: 4

ISCRIZIONI APERTE DAL 18 OTTOBRE
L’Ordine Giornalisti dell’Emilia-Romagna e la Fondazione dell’Ordine
in collaborazione con UGIS (Unione Giornalisti Italiani Scientifici)Fast (Federazione delle associazioni scientifiche e tecniche)Fondazione di Piacenza e Vigevano e Associazione Edoardo Amaldi
sabato 30 novembre 2019
presso Teatro dei Filodrammatici
via Santa Franca, 33 – PIACENZA
PROGRAMMA
13,45 – 14,15 Registrazione dei partecipanti
14,15 – 18,15 Saluti di Patrizia Barbieri (sindaco di Piacenza) e Massimo Toscani (presidente Fondazione di Piacenza e Vigevano)
Relazioni:
·       Comunicare le scoperte spaziali: un’avventura giornalistica
Giovanni Caprara (giornalista, presidente UGIS, editorialista scientifico 
Corriere della Sera)

·       Il territorio dell’Emilia-Romagna laboratorio dell’informazione scientifica
Giovanni Rossi (presidente OdG Emilia-Romagna)

·       La colonna sonora dell’universo: l’esperienza entusiasmante della ricerca sulle onde gravitazionali
Marica Branchesi (astrofisica, docente al Gran Sasso Science Institute dell’Aquila)

·       La caccia al pianeta gemello della Terra con il mio telescopio sul satellite europeo Cheops
Roberto Ragazzoni (astrofisico, direttore Osservatorio astronomico INAF di Padova-Asiago e docente Università degli Studi di Padova)

·       Il fantasma dell’Universo: la ricerca dell’effimero neutrino
Lucia Votano (fisico delle particelle, specialista di neutrini, già direttore del Laboratorio del Gran Sasso)

OBIETTIVI E COMPETENZE DA ACQUISIRE

     arrivato al quarto anno l’appuntamento in Emilia-Romagna di UGIS Unione Giornalisti Italiani Scientifici con eminenti personalità del mondo della ricerca, per conoscere e comunicare la scienza e le applicazioni tecnologiche nei media. L’iniziativa è nata come parte del programma pluriennale per ricordare Edoardo Amaldi “figlio illustre” di Piacenza e personalità internazionale decisiva per lo sviluppo della scienza in Europa. Ha aperto il ciclo nel 2016 Piero Angela, decano della divulgazione scientifica in Italia, seguito nel 2017 con Luca Parmitano che ha raccontato la sua esperienza da astronauta sulla Stazione spaziale internazionale, e lo scorso anno con Fabiola Gianotti direttore generale del CERN di Ginevra il più grande e prestigioso laboratorio di fisica del mondo, che ha illustrato le origini dell’Universo. Quest’anno protagonista è il Cosmo con i suoi misteri attraverso i molteplici sguardi di tre “eccellenze internazionali”, studiosi che hanno portato ognuno nel proprio settore della fisica e dell’astrofisica un apporto fondamentale all’evoluzione della conoscenza e delle ricadute innovative importanti, riconosciuti dai media come scienziati che stimolano lo sviluppo dell’Umanità: Marica Branchesi astrofisica, docente al Gran Sasso Science Institute dell’Aquila, spiega l’esperienza entusiasmante della ricerca sulle onde gravitazionali; Roberto Ragazzoni, astrofisico, direttore Osservatorio astronomico INAF di Padova-Asiago e docente all’Università degli Studi di Padova, ideatore e responsabile del telescopio del satellite Cheops dell’ESA, illustra le nuove frontiere nella ricerca di pianeti intorno ad altre stelle della galssia; Lucia Votano, fisica delle particelle ed ex direttore del Laboratorio del Gran Sasso, è specializzata in neutrini, le particelle più effimere della natura, racconta la storia appassionate della ricerca astro particellare in Europa
POSTI DISPONIBILI: 200



A Piacenza seminario FPC sulla deontologia nell'informazione riguardante la salute e il clima



Informare con deontologia: la ricerca nelle scienze della salute e nel cambiamento climatico


 Piacenza  30 novembre 2019  Corsi FPC Crediti: 6 DEONTOLOGICI


ISCRIZIONI APERTE DAL 18 OTTOBRE
L’Ordine Giornalisti dell’Emilia-Romagna e la Fondazione dell’Ordine
in collaborazione con UGIS (Unione Giornalisti Italiani Scientifici)Fast (Federazione delle associazioni scientifiche e tecniche)Fondazione di Piacenza e Vigevano e Associazione Edoardo Amaldi
sabato 30 novembre 2019
presso Auditorium – Fondazione di Piacenza e Vigevano
via Sant’Eufemia, 12 – PIACENZA
PROGRAMMA
8,30 – 9,00 Registrazione dei partecipanti
9,00 – 13,00 Relazioni:
·       Raccontare la scienza per affrontare la società in evoluzione: strumenti e indicazioni deontologiche
Giovanni Caprara (giornalista, presidente UGIS, editorialista scientifico 
Corriere della Sera)

·       Il metodo della ricerca per informare con correttezza al tempo delle false notizie
Giovanni Rossi (presidente OdG Emilia-Romagna)

·       Impatto del cambiamento climatico nelle foreste: cosa accade nell’attualità e possibili scenari futuri
Giorgio Vacchiano (ricercatore di gestione e pianificazione forestale – Università degli Studi di Milano, comunicatore scientifico)

·       Nanotecnologie e editing genetico per affrontare malattie rare prima della nascita
Laura Cencedda (coordinatrice linea di ricerca Local Micro Environment and Brain Developement IIT – Istituto Italiano di Tecnologia di Genova)

·       La nuova terapia immunologica per combattere il tumore al polmone
Marina Garassino (responsabile Struttura semplice di Oncologia Medica toraco-polmonare presso la Fondazione IRCCS, Istituto nazionale Tumori di Milano)

Coordina Nicla Panciera (giornalista e socia UGIS)
OBIETTIVI E COMPETENZE DA ACQUISIRE
·       la corretta comunicazione scientifica è il vero antidoto contro la falsa informazione, anche in temi come le scienze della salute e le notizie sul cambiamento climatico con il loro impatto mediatico. Per il terzo anno a Piacenza il presidente di UGIS – Unione Giornalisti Italiani Scientifici con il presidente dell’Ordine dei Giornalisti dell’Emilia Romagna continuano a confrontarsi in un percorso di formazione sulla deontologia e sugli strumenti e metodologie a sostegno di una professionalità responsabile per tutti i giornalisti quando scrivono di scienza, medicina, ambiente, ricerca e tecnologia. Dopo la presentazione lo scorso anno di una bozza di indicazione deontologica del giornalismo scientifico per l’Ordine dei Giornalisti nazionale, quest’anno si farà un punto sugli sviluppi del tema e si affronteranno argomenti di dovere etico a tutela della veridicità nella gestione della notizia scientifica su un tema molto sentito a livello di attualità come quello dei cambiamenti climatici, partendo dallo studio del loro impatto nel territorio e nel patrimonio ambientale e forestale europeo. Questo grazie all’intervento di un ricercatore dell’Università degli Studi di Milano (indicato dalla rivista Nature nel 2017 tra gli 11 scienziati internazionali che “lasceranno il segno” ed è anche divulgatore e comunicatore scientifico) esperto di gestione e pianificazione forestale che racconta cosa accade oggi e cosa potrebbe accadere nei prossimi decenni. Nel campo delle nanotecnologie legate alla salute la ricercatrice dell’Istituto Italiano di Tecnologia racconterà la nuova frontiera di un progetto europeo che coordina per affrontare terapie d’avanguardia nel campo delle patologie cardiovascolari
POSTI DISPONIBILI: 150


Seminario FPC a Cesena sui servizi digitali per i cittadini



Ciclo: le innovazioni digitali e il giornalismo. I servizi digitali per i cittadini


 Cesena (FC)  22 novembre 2019  Corsi FPC Crediti: 4


ISCRIZIONI APERTE DAL 18 OTTOBRE
L’Ordine Giornalisti dell’Emilia-Romagna e la Fondazione dell’Ordine
in collaborazione con Lepida#PaSocial
con il patrocinio della Regione Emilia-Romagna
venerdì 22 novembre 2019
presso Sala Sozzi – Palazzo del Ridotto
piazza Almerici, 12 – CESENA
PROGRAMMA
9,00 – 9,30 Registrazione dei partecipanti
9,30 – 13,30 Saluti di Michelangelo Bucci (consigliere OdG Emilia-Romagna) e di Enzo Lattuca (sindaco Comune di Cesena)
Relazioni:
·       I nuovi processi di partecipazione e interazione della PA: favorire il civic engagement nell’era dei social media
Ivo Germano (giornalista, sociologo e docente Università di Campobasso)

·       Il ruolo del giornalista oggi
Paolo Giacomin (giornalista, direttore 
Il Resto del Carlino)

·       L’impegno di Regione Emilia-Romagna per i servizi ai cittadini
Andrea Orlando (capo di Gabinetto – Regione Emilia-Romagna)

·       SPID, PagoPa, FSE: i servizi digitali diventano realtà quotidiana
Simona Rimondini (vicedirettore Divisione Piattaforme e sviluppo Software Lepida)

·       Fatti i servizi on line, è il tempo di “costruire” i cittadini digitali. Dalla pianificazione alla promozione dei servizi on line di Cesena
Alessandro Francioni (dirigente Settore Servizi ai cittadini e innovazione tecnologica – Comune di Cesena)

·       AGID: Come si racconta l’innovazione? Dal dialogo interno alla promozione dei servizi digitali nella PA
Angela Creta (giornalista, ufficio stampa e relazioni esterne Agenzia per l’Italia digitale, Comitato Promotore Associazione PA Social)

·       Innovare la comunicazione verso i cittadini con interattività e personalizzazione
Enrico Celotto (Global Marketing Director Doxee)

·       Le tecnologie per i servizi di giustizia digitale
Gianluca Ortolani (CEO Net Services)

OBIETTIVI E COMPETENZE DA ACQUISIRE
·       come è cambiato il modo di lavorare di cronisti, uffici stampa e operatori del settore dell’informazione giornalistica? Quali sono i nuovi scenari del mondo dell’informazione? Quali confini si schiudono, quali prospettive si aprono, ma soprattutto quali i “pericoli” per la nostra professione se tali fenomeni non saranno in alcun modo governati? L’Ordine dei Giornalisti dell’Emilia-Romagna, la Fondazione Ordine dei Giornalisti E-R, Lepida Scpa e #PaSocial, con il patrocinio della Regione Emilia-Romagna, organizzano il secondo ciclo di seminari su “Tecnologie digitali e giornalismo” con l’obiettivo di esplorare l’innovazione digitale del mondo in cui viviamo; confrontarsi sul modo di fare giornalismo e comunicazione oggi; fornire strumenti per interpretare e raccontare l’evoluzione digitale in atto anche attraverso il confronto con importanti case history dei nostri territori. Nel corso dei nove seminari, che si svolgeranno nelle città capoluogo della Regione anche grazie alla collaborazione con le più importanti realtà universitarie del territorio, si parlerà di Intelligenza artificiale, Big data e Cloud, sicurezza dei dati. Saranno affrontati i temi della trasformazione digitale nell’industria del Food e nella comunicazione del Turismo. Ci si occuperà della gestione dell’informazione per le emergenze e dei rapporti con i cittadini: welfare, partecipazione e servizi digitali
POSTI DISPONIBILI: 80